STANDARD DEL GRIFFONE A PELO DURO KORTHALS

STANDARD MORFOLOGICO

Testa:
grande e lunga, a pelo rude, folto, ma non troppo lungo con baffi e sopraccigli ben pronunciati, cranio non troppo largo, muso lungo e quadrato, canna nasale diritta o leggermente montonina, angolo cranio facciale non troppo pronunciato.
Orecchie:
di media grandezza, non accartocciate, applicate piatte, poste non troppo in basso, il pelo corto che le ricopre è più o meno mescolato di pelo lungo.
Occhi:
grandi, non ricoperti dai sopraccigli, d’espressione molto intelligente, bruni o gialli.
Tartufo:
sempre bruno.
Collo:
discretamente lungo, senza giogaia.
Petto:
profondo, non troppo largo.
Taglia:
circa 55 a 60 cm per il maschio, da 50 a 55 per la femmina.
Spalle:
discretamente lunghe, molto inclinate.
Costole:
leggermente arcuate.
Arti anteriori:
diritti, vigorosi, bene nell’appiombo delle spalle, coperti da folto pelo.
Dorso:
vigoroso, con reni ben forti.
Arti Posteriori:
a pelo folto, cosce lunghe, molto muscolose, garretti inclinati, mai diritti.
Piedi:
rotondi, solidi, le dita ben chiuse ed unite.
Coda:
portata orizzontalmente o leggermente rialzata, a pelo folto, ma senza pennacchio, deve essere raccorciata di un terzo o di un quarto.
Colore:
di preferenza frigio acciaio con macchie marroni o uniformemente marrone, frequentemente marrone rabicanato o roano, sono ammessi ugualmente i bianchi marrone e i bianco arancio.
Pelo:
duro e grossolano, che ricordi, toccandolo, le setole del cinghiale, mai arricciato o lanoso - sotto il pelo di copertura lungo e duro regna un sottopelo fine e fitto.

 

STANDARD DI LAVORO
(approvato il 10/06/1984 dal Comitato del Club Francese Griffon d’arret à poil dur –kotrhals)

  1. l’andatura abituale del griffone è quella d’un galoppatore con leggero movimento altalenante, ma questo movimento non deve essere troppo accentuato;
  2. il galoppo deve essere sostenuto e nella nota del “continentale”;
  3. la cerca sarà estesa, appassionate ed intraprendente;
  4. il portamento di testa deve essere all’incirca sulla linea del dorso. Ammesso un portamento leggermente al di sotto della stessa linea. Il lavoro sella emanazione e la sua rimonta dovrà sempre svolgersi a testa alta.
  5. la ferma utile sarà così presa:
  • la testa, almeno sul prolungamento della linea dorsale;
  • il corpo rigido e teso, collo ben allungato;
  • gli arti saranno, il più sovente, leggermente flessi;
  • la cosa perfettamente rigida, nessun accenno di dimenio.
  1. la guidata sarà sempre felina ed eseguita con determinazione ed avidità.