BREVE CENNO SULLA STORIA DEL GRIFFONE A PELO DURO KORTHALS

Eduard Karel Korthals figlio di un armatore, nato nel 1850 a Amsterdam e morto nel 1896, ha scritto la storia di questa razza.
Questo olandese, appassionato d’allevamento canino. Emigrò nel 1873 nella provincia di Hesse, una regione tedesca molto ricca di selvaggina. Appassionato di cani da caccia, fu sovrintendente del canile del principe di Solins-Braunfeld a Bibesheim.
Per proprio conto, egli creò un allevamento di Griffoni da ferma, figli di una selezione basata su sette soggetti di razza diversa, particolarmente indicati per la caccia in palude.
Korthals fu riconosciuto dai suoi contemporanei come un maestro di allevamento.
Grazie alla collaborazione di altri allevatori, peraltro suoi discepoli, come il Barone di Gingins e il dresseur Warre in Svizzera, Leliman in Olanda e Prudhommeaux in Francia, la razza fu definitivamente fissata verso la fine dell’800.
La pubblicazione dello standard, il 17 novembre 1887, sancisce le caratteristiche di razza, ed è ancora in vigore ai nostri giorni.
Nel 1889 fu creatoli Libro genealogico della razza, Griffon Hunde Stammulung, dove risultano iscritti per primi i sette patriarchi che contribuirono alla creazione della razza.
La genialità ed il valore cinotecnico del creatore della razza, che solo dal 1951 porta il suo nome, si riassume in queste poche righe.
Perseguendo il fine di creare un’alternativa alle razze inglesi, tanto di moda già all’epoca, egli nel giro di una quindicina d’anni, partendo da soggetti disomogenei, riuscì a creare una razza che ancora oggi, come le foto possono dimostrare, ha mantenuto intatte le proprie caratteristiche morfologiche e di lavoro.